Il ciclo dell’acqua

immagine-logo

Forse non tutti sanno che l’acqua, su questo pianeta, è la stessa che c’era all’inizio della Creazione. Non è mai cambiata
Come succede?
C’è un ciclo che riguarda l’acqua e permette quanto sopra, e si chiama ciclo dell’acqua.
Avviene così:
Tramite il raggruppamento di molecole d’acqua si formano le nuvole, a questo punto può verificarsi la pioggia, e quindi la caduta d’acqua verso il terreno, ora l’acqua filtra nella terra grazie alle sue piccolissime dimensioni ( ricordate che in precedenza avevamo detto che la molecola dell’acqua è la più piccola molecola che esista? ), filtrando scende nel sottosuolo fino a che non incontra starti rocciosi, qui si ferma perché non riesce più a penetrare, quindi forma dei fiumi sotterranei chiamate falde acquifere, questi scorrono verso il mare come i fiumi normali, perché il percorso è in discesa, dopodichè sfociano sempre sottoterra nel mare, a questo punto il calore fa evaporare l’acqua, né più né meno come quando facciamo bollire l’acqua della nostra pasta, una parte evapora diventando vapore, questo accade perché la molecola dell’acqua è più piccola di quella dell’aria, e può quindi salire verso l’alto; in alto la temperatura cala, come in montagna, e il freddo raggruppa le molecole formando così le nuvole, dopodichè riprende a piovere, e così via per l’eternità.

Questo semplice ma efficace ciclo, permette all’acqua di rigenerarsi continuamente e garantire così tutte le funzioni che essa svolge, che sono veramente molteplici.
L’acqua, entrando nel sottosuolo, incorpora i minerali ( ricordate che in precedenza avevamo detto che grazie alla presenza di idrogeno, l’acqua è una calamita naturale ), e tramite un procedimento chiamato osmosi, trasporta questi all’interno della pianta, dando così inizio alla catena alimentare di cui abbiamo parlato in precedenza.
Questo ciclo permette all’acqua di mantenere pulito il pianeta terra, attraendo a sé e portando via le sostanze indesiderate; a questo proposito avete mai visto il cielo delle vostre città dopo molto che non piove? E’ grigio, ma dopo un temporale o pioggia continua, ridiventa azzurro. Cosa è successo?..E’ accaduto che l’acqua scendendo, sempre grazie alla sua capacità di attrarre a sé gli elementi, ha attratto e portato via lo sporco.
La stessa identica cosa fa all’interno dei nostri corpi ogni volta che la beviamo: porta via le scorie che il corpo ha prodotto; ecco perché viene sempre raccomandato di bere 2 lt al giorno d’acqua, perché questa è la quantità richiesta per mantenere pulito l’organismo. La doccia lava l’esterno del nostro corpo, e l’acqua che beviamo quotidianamente, mantiene pulito l’interno.
Inoltre irriga continuamente il nostro pianeta rendendolo fertile, garantendo così la sopravvivenza delle specie animali tra cui l’uomo.
Potremmo andare avanti per molte pagine scrivendo circa le funzioni dell’acqua, ma credo sia già  abbastanza chiaro, senza la necessità di dilungarci oltre.
Quindi l’acqua, come abbiamo visto, è sempre la stessa, non è mai cambiata, ma sicuramente è peggiorata.
Come detto in precedenza, l’uomo ha immesso troppe sostanze inquinanti nell’atmosfera, e tramite la pioggia, l’acqua le incorpora tutte.
Quindi possiamo trovare nell’acqua tutte le sostanze che l’uomo ha prodotto fino ad oggi.
Per poter osservare questo, ricordate la pioggia che cade sulle vostre macchine dopo un periodo secco, non solo la macchina non si pulisce, ma si riempie di ulteriori macchie, perlomeno all’inizio, facendo arrabbiare tutte quelle persone che erano appena andate all’autolavaggio.
L’uomo, nella sua incredibile saggezza, sta deteriorando sempre più l’elemento più importante per la creazione della vita su questo pianeta: l’acqua.
Il ciclo dell’acqua non è più in grado di garantire acqua pura a causa di vari fattori:

Elevata acidità
Inquinamento atmosferico
Infiltrazione di agenti inquinanti nel sottosuolo a causa di scarichi incontrollati

Capiamoci, non è l’acqua che è sporca, perché ogni volta che evapora, torna ad essere pura, in quanto solo la molecola dell’acqua riesce ad evaporare, le altre no, essendo più grandi e di conseguenza più pesanti, rimanendo così sul terreno, fiumi e mari.
Per osservare questo basta semplicemente vedere lo stato dei nostri fiumi e mari: si degrada continuamente.
Per cui quando piove, l’acqua è di nuovo pura, ma il pianeta, a causa dell’azione dell’uomo, è così sporco, che l’acqua non è più in grado di fare interamente il suo lavoro, e soprattutto non è più in grado di mantenere la sua purezza.
Una volta l’acqua, attraversando l’atmosfera, rimaneva sufficientemente pulita, e filtrando il terreno, recuperava la sua purezza.
Ora, prima ancora che tocchi terra, è già inquinata, e filtrando il terreno accumula una quantità incredibile di tossine, a causa di tutte le sostanze chimiche prodotte dall’uomo, e accumulate nel territorio.
Per cui quando arriva in falda, luogo da cui noi preleviamo l’acqua potabile, non è più pura come in origine, anzi possiamo tranquillamente affermare che è impura, con tutte le conseguenze che questo comporta sui nostri organismi.
Tutto questo per l’acqua potabile, ma si potrebbe estendere il discorso in tutte le direzioni dove necessiti l’uso dell’acqua.
Certo, si potrebbe tranquillamente affermare che, se dovessimo stare attenti a tutto, non si vivrebbe più….vero!
Ma è altrettanto vero che è di gran lunga meglio usare un’acqua pulita che sporca.
O no?

Bibliografia: Guida ad un’acqua sicura di Roberto Serino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: