Perchè l’acqua deve essere pura

immagine-logo

Come abbiamo visto nelle pagine precedenti, l’acqua svolge molteplici funzioni nel nostro organismo, e tutte fondamentali.
Nel capitolo precedente abbiamo inserito una tabella in cui si evidenziava la percentuale di acqua di alcuni organi vitali del corpo, ed era sempre molto alta, variava dal 75% al 86%, quantità davvero impressionanti.
Va da sé, che con queste percentuali negli organi chiave dell’organismo, l’importanza di un’acqua pulita nell’organismo risulta fondamentale.
Per fare un esempio, è come se nel serbatoio di benzina della nostra automobile, ci mettessimo benzina più molte altre cose.
La macchina durerebbe veramente poco.
Il motivo per cui il nostro corpo funziona, nonostante nell’acqua siano presenti sostanze indesiderate, dipende unicamente dal fatto che il nostro organismo è molto più funzionale di un’automobile, e si preserva molto meglio. Il nostro corpo è in grado di porre rimedio alle sostanze presenti in eccesso nell’acqua.
Ma questo non significa che non creino danni all’organismo, tutt’altro.
E’ indubbio che se l’acqua che usassimo fosse pura, il nostro corpo funzionerebbe decisamente meglio, e probabilmente durerebbe di più, se non altro perché non avrebbe l’incombenza di mettere a posto le cose, compito molto dispendioso e soprattutto inutile, se nell’acqua non ci fossero eccessi di elementi pericolosi per la nostra salute.
Non è casuale la percentuale di acqua del nostro corpo.
Il funzionamento del nostro corpo si basa su un equilibrio appropriato tra le parti solide e liquide.
Se questo cambia, si presentano delle anomalie, e di conseguenza funzionamenti non più precisissimi come erano in origine.
Per esempio, il sangue ha una percentuale di acqua dell’83%.
Questo non succede perché ha deciso di bere più dei muscoli, assolutamente No.
Una delle funzioni del sangue, è quella di portare, attraverso la circolazione, le sostanze che servono al nutrimento delle cellule in ogni parte dell’organismo.
Funziona così: attraverso la digestione, il nostro corpo trasforma i cibi che mangiamo in sostanze semplici. Quando noi mangiamo una banana, noi stiamo assumendo sostanze composte, nel senso che una banana è formata da molti elementi. Il sistema digestivo, tramite i suoi acidi, sciogli queste parti riducendole in sostanze semplici tipo proteine, vitamine etc etc., A questo punto, all’altezza dell’intestino, il sangue assume queste sostanze, per poi portarle in giro per il corpo, andando così a nutrire tutte le colonie di cellule.
Tutto questo non sarebbe possibile, se la percentuale di acqua all’interno del sangue, non fosse  in quella misura.
Ricordate che in una pagine precedente, abbiamo detto che l’acqua, causa la sua composizione molecolare, è una calamita naturale? .. Bene.
Grazie a questa particolarità dell’acqua, alle sue dimensioni molecolari, e alla sua presenza in  percentuale, il sangue riesce a svolgere questa mansione.
Se così non fosse, non avverrebbe il risultato previsto.
Certo, anche in presenza di quantità minori di acqua, il sangue forse riuscirebbe ad attrarre a sé le sostanze necessarie, ma sicuramente non potrebbe farlo nella misura richiesta, sempre che riesca a farlo.
La stessa cosa vale per qualsiasi altra parte del corpo.
Nel caso dei polmoni, l’acqua è presente all’86%, perché con quella percentuale i polmoni riescono a fare esattamente quello che devono, nella modalità richiesta dal resto dell’organismo.
E’ fuori discussione, che se le percentuali diminuissero, i polmoni non funzionerebbero più come avrebbero dovuto, con tutte le conseguenze del caso.
Stiamo facendo degli esempi estremi e forse anche paradossali, ma tutto questo solo per fare meglio capire, che il corpo necessita non solo di acqua, ma anche pulita.
Quante volte vi è stato detto di bere 2 lt di acqua al giorno? In Italia pochissime persone lo fanno, nonostante sia fondamentale per il nostro corpo, assumere quella quantità di acqua ogni giorno.
Per quale ragione servono questi benedetti 2 lt di acqua al giorno?
Una delle tante funzioni, che l’acqua svolge all’interno del nostro corpo, è quella di depurarlo, portando via le sostanze solide in eccesso, causate dall’assunzione di cibo.
Sostanzialmente lo lava, né più né meno, come la doccia che facciamo quotidianamente. La differenza è che la doccia lava l’esterno, mentre l’acqua che beviamo lava l’interno.
Sempre grazie alla presenza di idrogeno, l’acqua riesce ad attrarre a sé le scorie prodotte dal corpo, ed espellerle tramite l’urina.
Questo, perché come già detto molte volte ( scusate la ripetitività, ma è necessaria ) l’acqua è una calamita naturale.
Ma lo è se è acqua!
Ma se durante il suo ciclo naturale ( il ciclo dell’acqua ), assorbe una serie di sostanze, cambiando la sua natura, non è più acqua e basta, ma acqua più qualcos’altro.
E chiaramente cambierebbero anche le sue proprietà.
Per fare un esempio, è come se noi prendiamo una calamita e l’avviciniamo ad una moneta … questa verrebbe attratta dal magnete, se noi prendessimo un’altra monete, anche questa forse sarebbe attratta, ma ad un certo punto la calamita esaurirebbe la sua forza d’attrazione.
Per l’acqua vale lo stesso discorso.
Se viene assunta come naturalmente è, allora grazie alle sue proprietà, riesce a svolgere le sue funzioni, se no, ovviamente no, o almeno non come dovrebbe.
Anche qua stiamo facendo esempi estremi, ma ciò che avviene è esattamente questo.

E se l’acqua non svolge le sue funzioni, all’interno dell’organismo si potrebbero formare degli accumuli di depositi, che potrebbero causare alcuni mali tra i quali:

Concreazioni cerebrali
Depositi e intossicazioni al fegato
Calcificazione delle articolazioni
Cataratta
Calcoli renali e biliari

Non è nostra intenzione sostituirci al medico, Dio ce ne guardi.
Non vogliamo dire che se uno beve acqua pura, non si ammala più.
Sarebbe una sciocchezza assurda, se no il lavoro del medico consisterebbe nel dare ai propri pazienti grandi quantità di acqua pulita.
Sfortunatamente non è così semplice.
Vogliamo solo dire che l’acqua riveste nel nostro organismo funzioni fondamentali, e il deterioramento a cui è sottoposta da parte dell’azione dell’uomo, può influire negativamente sulla nostra salute.
E credo che nessun medico si sognerebbe mai di contestare una  tale affermazione.
In sintesi, visto che l’assunzione di acqua è così importante per il nostro organismo, forse una conoscenza più accurata sul soggetto non guasterebbe.

Bibliografia: Guida ad un’acqua sicura di Roberto Serino

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: