L’acqua e il nostro corpo

immagine-logo

Tutti sanno, se non altro per sentito dire, che il nostro corpo è composto per 2/3 di acqua.
Ciononostante molte persone non hanno piena realtà di questo dato; forse ciò è dovuto al fatto che quando si guarda il nostro organismo, si vede una massa di carne e non un liquido.ma questo non significa che il dato sopraccitato sia falso, tutt’altro: è verissimo!
E’ talmente semplice da osservare, che basterebbe dire, che quando il nostro corpo espelle sostanze lo fa attraverso sudore e urina che sono liquidi, e quindi acqua. Certo, esistono anche le feci, tramite cui il corpo espelle sostanze solide, ma l’acqua compone per 2/3 il nostro organismo, il rimanente 1/3 sono parti solide.
Ma mentre è fin troppo evidente che il nostro corpo è composto anche  da parti solide, altrettanto non si può dire dell’acqua.
Quindi cercheremo di spiegare, in modo semplice, perché è così.
La mia non è presunzione, ma solamente la consapevolezza che molte cose vengono date per scontate, e perciò mai spiegate sufficientemente.
Se quanto sopra, fosse assolutamente chiaro, sarebbe troppo semplice capire che l’acqua è l’elemento più importante del nostro organismo, visto e considerato che né è la parte più consistente. Eppure, se sentite parlare dietologi o chiunque possa prendersi cura del corpo, sentirete sempre parlare di proteine, vitamine, carboidrati, zuccheri, grassi e quant’ altro … ma raramente di acqua.
Con questo non voglio dire che le sostanze sopraccitate non siano importanti, anzi … voglio semplicemente dire che se ne parla molto, e giustamente vorrei aggiungere, ma allo stesso tempo si parla troppo poco di acqua.
Questa è la ragione per cui penso, che all’acqua non viene data la giusta importanza, e di conseguenza la dovuta attenzione.
Se proteine, vitamine etc etc, sono importanti per la salute del nostro organismo, in quanto sono parte costituente di questo, e svolgono funzioni per garantirne una corretta funzionalità, altrettanto, se non maggiormente, si deve dire dell’acqua.
Da ciò la domanda:
A cosa serve l’acqua nel nostro organismo?


Svolge molteplici funzioni:
1- costituisce i nostri organi, rigenerandoli e facendone parte
2- fa in modo che tutte le funzioni del nostro organismo possano avvenire: sudorazione, circolazione, assorbimento delle sostanze ed eliminazione delle tossine.
3- porta nutrimento agli organi e alle cellule in generale

Da ciò si può facilmente dedurre che l’acqua, non solo è importante, ma addirittura fondamentale per il nostro corpo.
Tant’è vero che la perdita del 5% di acqua causa il rattrippamento della pelle, mentre la perdita del 15%  è fatale per l’organismo.
Per capire meglio questi dati, basta osservare la percentuale di acqua che compone gli organi sottostanti:

Cervello 75%
Cuore    75%
Polmoni 86%
Fegato   86%
Reni     83%
Muscoli 75%
Sangue  83%

Ora è assolutamente ovvio che, se il sangue è composto per l’83% di acqua, questo significa che l’acqua, come detto in precedenza, fa sì che la circolazione possa avvenire, e altrettanto dicasi per la respirazione, visto che i polmoni sono fatti per l’86% da questo liquido. Ciononostante, chiunque associa la respirazione con l’ossigeno e quindi l’aria, ma nessuno, o pochi, con l’acqua.
Ovvio che l’ossigeno e la qualità dell’aria sono importantissimi, ma altrettanto si deve affermare dell’acqua, perché se è lì, un motivo ci sarà, e vi garantisco che c’è, ma non voglio entrare in discussioni chimiche su come l’acqua interagisce con l’ossigeno, voglio solo affermarne la sua importanza.
Tutto qua.
Noi assumiamo l’acqua tramite il bere e attraverso i cibi.
Visto e considerato che l’acqua non solo forma il nostro corpo ( motivo già sufficiente per saperne di più a riguardo ), ma inoltre fa sì che le principali funzioni del nostro organismo possano avvenire, non sarebbe utile sapere se l’acqua che usiamo quotidianamente nelle nostre case, per bere e cucinare, sia buona o no?
Come trattato nei precedenti capitoli, abbiamo visto che l’acqua, grazie alla sua composizione chimica, assorbe quasi tutte le sostanze chimiche che incontra, compromettendo così la sua purezza.
E, nonostante la filtrazione nel terreno, l’acqua non riesce più a mantenere uno stato di pulizia tale, da garantire quella purezza necessaria richiesta per la formazione dei nostri corpi e la conseguente corretta funzionalità di questi.
Quanto sopra è talmente vero, che i governi del mondo hanno dovuto fare delle leggi con inseriti dei parametri per stabilire se un’acqua è potabile o meno.
Cosa assolutamente non necessaria se l’acqua non fosse stata deteriorata dalle sostanze inquinanti.
E chiunque di voi sa benissimo, che dove circolano grandi quantità di denaro e di conseguenza grandi interessi economici, e vi assicuro che l’acqua è un mercato importante, le leggi non sono quasi mai fatte per garantire la nostra salute, ma spesso e volentieri vengono legiferati decreti che tutelano gli interessi di pochi a scapito di quelli di tanti.
Purtroppo …..
E ci vengono fatte passare per buone, cose che non lo sono affatto, semplicemente perché rientrano in parametri legali.
Ma siamo sicuri, che l’acqua per così dire legale, sia anche buona?

Bibliografia: Guida ad un’acqua sicura di Roberto Serino

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: